Massaggi cinesi a Milano, qualità, prezzi e leggende metropolitane

Mentre si passeggia per le vie di Milano bisognerebbe essere totalmente ciechi – anche per via delle vistosissime coperture fucsia-giallo fluorescente delle vetrine – per non accorgersi di quanto i centri benessere gestiti da immigrati cinesi stiano prendendo piede.

Il prezzo è sicuramente il maggior punto di forza di questi nuovi centri, come si deduce dai cartelli che espongono i prezzi dei massaggi effettuati, bastano infatti mediamente meno di 30 Euro per un massaggio di un ora, cifra che corrisponde a circa la metà rispetto a quella praticata da altre tipologie di centri benessere di Milano. Se poi si aggiunge una disponibilità di apertura dalla mattina a tardissima sera e il fatto che non occorre prenotare, ecco spiegato il perché del successo del fenomeno basato sul “siamo qui, costa la metà, proviamo!”.

 

Sulla qualità e i tipi di massaggi, sono nate diverse leggende metropolitane anche in virtù del fatto che alcuni programmi televisivi (es. le Iene) hanno raccontato la realtà del massaggio cinese con tinte sensazionalistiche a luci rosse e toni simili a quelli adottati anni fa per i centri di massaggio thailandesi, oggi considerati invece rispettabili e raffinati punti di rigenerazione per i milanesi stressati.

In realtà per non incappare in incidenti di percorso poco attinenti con la ricerca di un buon massaggio cinese – che per chi non lo sapesse si chiama Tuina ed è una forma di manipolazione fisica vecchia migliaia di anni dalla quale sono derivate l’agopuntura e lo shiatzu – basta rivolgersi a centri affidabili facilmente riconoscibili sia per la pulizia, la frequentazione e la competenza delle massaggiatrici.

La presenza di un maestro massaggiatore è di solito un segnale di grande qualità, così come il fatto che al telefono, o alla cassa, parlando di massaggio tradizionale Tuina la persona con cui parliamo sappia di perfettamente di cosa stiamo parlando.

Al di là delle difficoltà linguistiche, sono infatti molti i centri dove ci si improvvisa massaggiatori senza aver titoli e studi alle spalle, cosa che spesso si traduce in un massaggio ai limiti del ridicolo che non rilassa e non lascia nessuna sensazione di benessere. Proprio questo costituisce uno dei fattori differenzianti rispetto ad altri tipi di centri benessere come quelli più qualificati che effettuano massaggi con tecnica tradizionale thailandese come il noto Kam Kun.

Ultimo test, prima di farsi manipolare, consiste nel richiedere quale tipo di studio e preparazione abbia la massaggiatrice: nei migliori centri sembra che sia abitudine far lavorare massaggiatrici che hanno seguito un corso di almeno 1 anno nelle rispettive città natali.

 

Potrebbe interessare anche l’articolo di TopMilano “Milano a luci rosse, sexy shop e club privé”

***************************

Sembra dai commenti che la gestione sia cambiata, non avendolo provato… non garantisco più per questo centro!!!

Avendo provato personalmente il centro benessere “Raggio di sole” di Via Marco D’Agrate 14, posso confermare che dal punto di vista della pulizia, della competenza e della qualità del massaggio si tratti di un centro sicuramente consigliabile per sperimentare gli effetti benefici di un vero massaggio Tuina. Chiunque volesse segnalarne un’altro, spazio libero nei commenti!

**************************

Ecco come raggiungere il centro benessere di Viale Marco D’Agrate


Visualizzazione ingrandita della mappa

338 comments for “Massaggi cinesi a Milano, qualità, prezzi e leggende metropolitane

  1. Oscar
    25 maggio 2016 at 17:04

    In Toscana c’è di meglio http://censurato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *